Blog

LUGLIO SUONA BENE 2017

Al via la XXVesima edizione della kermesse musicale della Fondazione Musica per Roma e Santa Cecilia dal 17 giugno al 3 agosto: Glass, Bollani, Aznavour fra i protagonisti

 

Un cartellone molto ricco, dal 17 giugno al 3 agosto, che alterna alle star internazionali, i più amati artisti italiani per la più lunga delle edizioni dello storico festival estivo. Il cartellone eterogeneo è pensato per soddisfare i gusti di un pubblico ampio e trasversale e che ogni sera propone un mood e un concerto diverso. Fra gli eventi più attesi della quindicesima edizione di Luglio Suona Bene, il concerto di Philip Glass, icona della musica contemporanea e del minimalismo per l’opera completa per pianoforte 20 Etudes (16 luglio).Tornano però i grandi nomi internazionali, Jethro Tull (23 giugno), il mitico Charles Aznavour (23 luglio), The Pretenders (14 luglio) e Tom Jones (26 luglio),  The Cranberries (26 giugno) e i Beach Boys.

Torna in cavea la musica di Gregory Porter che su alterna alla musica di LP, Bastille, Benjamin Clementine, Michael Kiwanuka, Bonobo, The Lumineers, Clean Bandit (support act JP Cooper), Ryan Adams, ma Luglio Suona Bene non si lascia certo scappare nemmeno i grandi nomi del pop latino con Alvaro Soler (30 luglio), già giudice di X Factor, Jarabe de Palo (20 luglio)

E non possono mancare i grandi nomi della musica italiana!

Debutto in cavea per Francesco Gabbani (15 luglio) vincitore del Festival di Sanremo 2017, spazio a Ermal Meta (22 luglio), a Briga (30 giugno) sponsorizzato da Amici di Maria de Filippi, ma il festival conta anche su nomi certi come Fiorella Mannoia (2 luglio), Francesco Renga (9 luglio), Nek (13 luglio), sul ritorno sul palco di Carmen Consoli (27 luglio) della coppia inossidabile composta da Gino Paoli e Danilo Rea, sul folklore del Maestro Sparagna e i Tamburi del Vesuvio mentre “In missione per conto di Dio” è l’atteso progetto (31 luglio) che unisce i nomi di Alex Britti e Max Gazzè. E se debutta in cavea anche Renzo Arbore con L’Orchestra Italiana (24 luglio), c’è attesa e curiosità per la reunion della coppia Al Bano e Romina (28 luglio) che dopo aver travolto la Russia e i nostalgici invaderà anche l’Auditorium. Si rinnova anche la collaborazione con l’Accademia Nazionale Santa Cecilia che per l’estate propone negli spazi all’aperto tre appuntamenti: ritorna l’eclettico Stefano Bollani con Gershwin accompagnato dall’Orchestra dell’Accademia diretta da Kristian Järvi (5 luglio). Debutta sul podio di Santa Cecilia il fenomeno Ezio Bosso (12 luglio) che si cimenterà in Bach, in Split e Rain in your Black Eyes (di sua composizione), ma soprattutto nella direzione dell’impegnativa Sinfonia N.7 di Beethoven. Il programma si conclude con i popolarissimi Carmina Burana (19 luglio) di Carl Orff eseguiti dal Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, diretto da Ciro Visco accanto a Carme, composizione del premio Oscar Nicola Piovani che si ispira a un’ode di Catullo.

 

IL PROGRAMMA E LE SCHEDE DEI CONCERTI:

 

BASTILLE "Wild World"- 17/06/2017 Cavea ore 21:00

Arrivano a Luglio suona bene i Bastille per presentare il loro ultimo album Wild World.
Grossi cori pop da stadio mixati a synth anni ottanta e dancefloor piene di persone. Questa è la formula vincente dei Bastille, band inglese dal 2013 sulla bocca di tutti grazie anche alla hit Pompeii, tratta dal loro primo album intitolato Bad Blood. Dopo tre anni di certificazioni, premi e diversi singoli di successo, sono tornati nel 2016 con il nuovo album Wild World, apprezzato dalla critica mondiale e definito ‘L’album giusto, al momento giusto’ dalla rinomata rivista musicale online Q Magazine.

Biglietti:
da 26,50 a  43,50 + diritti di prevendita

 

MICHAEL KIWANUKA - 22/06/2017 Cavea ore 21:00


Arriva a Luglio suona bene il cantante britannico  Michael Kiwanuka. Ha collaborato con artisti del calibro di Adele e Danger Mouse, è stato nominato due volte ai Mercury Price, è la voce del tema di apertura della serie Big Little Lies. Il suo album “Love & Hate” è entrato direttamente al primo posto della classifica in UK. Quando si parla di Michael Kiwanuka, è tutta questione di voce. Una voce che ‘colpisce attraverso la corazza’ grazie ad emozionanti canzoni d’amore, appartenenza, bramosia e appartenenza. Una voce che per ironia della sorte, sarebbe stata confinata dietro una chitarra, in quanto prima di essere scoperto da Paul Butler dei The Bees, Michael era un session guitarist. “La mia priorità è creare melodie che ti catturino. L’unica cosa che chiedo è “ti emoziona?” con queste parole Michael Kiwanuka riassume la sua filosofia live e musicale. “Love & Hate” il suo ultimo LP, ha permesso all’artista di arrivare al primo posto nella classifica album inglese, e con una media di 86 su 100 è uno degli album più apprezzati nel 2016 su Metacritic, ora lo porta sui palchi di tutto il mondo, in una stupenda e unica versione live.

Biglietti:
da 22 a 35 € + diritti di prevendita

 

JETHRO TULL - 23/06/2017 Sala Santa Cecilia ore 20:00

Ian Anderson flauto, chitarra, bouzouki, mandolino, armonica, voce
John O'Hara tastiere
David Goodier basso
Florian Opahle chitarra
Scott Hammond batteria

Ian Anderson, pionere del rock, torna in Italia con i suoi Jethro Tull, di cui è leader indiscusso, con un concerto di altissimo livello, suonando il Best Of, quindi il meglio dei grandi classici che hanno reso leggendari i Jethro Tull nella storia della musica. Ian Anderson, il grande musicista che ha reso popolare il flauto nel mondo e che conta all’attivo più di 65 milioni di dischi venduti e piu' di 3.000 concerti in 40 paesi, prosegue la sua lunga stagione creativa e attrae le platee di tutto il mondo accompagnandole sui sentieri del suo lungo passato e del repertorio storico della band. Sul palco sarà affiancato dai musicisti che lo accompagnano da diverso tempo: John O'Hara alle tastiere, David Goodier al basso, Florian Opahle alla chitarra, Scott Hammond alla batteria. Per gli appassionati del rock progressive un’opportunità imperdibile, quella di ascoltare di nuovo dal vivo tutti brani leggendari come Aqualung, Thick as a Brick, Locomotive Breath. Il ritorno della grande musica. Uno show imperdibile con i brani che hanno reso unici ed immortali i Jethro Tull.

Biglietti:
da 40 a 68,50 € + diritti di prevendita

 

THE CRANBERRIES - 26/06/2017 Cavea ore 21:00


Ottime notizie per i fan italiani dei Cranberries: la band irlandese sbarcherà il 26 giugno in Cavea per la rassegna Luglio Suona Bene .
The Cranberries con oltre 2.2 milioni di ascolti su Spotify al mese e più di 4 milioni di fan su Facebook, hanno venduto oltre 40 milioni di album e si sono esibiti per milioni di fan in tutto il mondo. Il loro tour del 2016 ha registrato sold-out in Europa e Perù, dimostrando di essere anche uno dei gruppi più popolari al mondo.

Biglietti:
da 40 a 80 € + diritti di prevendita

 

THE BEACH BOYS - 27/06/2017 Sala Santa Cecilia ore 20:00

Mike Love voce
Bruce Johnston voce, tastiere
Jeffrey Foskett chitarra, voce
Brian Eichenburger basso, voce
Tim Bonhomme tastiere, voce
John Cowsill percussioni, voce
Scott Totten chitarra, voce

È possibile inquadrare la maggior parte dei grandi della musica pop facendo un conteggio delle hit che hanno tirato fuori o in base ai milioni di copie che hanno venduto. Ma questi conti non sono abbastanza quando si valuta l'influenza che hanno avuto i Beach Boys su tutta la scena pop e non solo degli ultimi 50 anni. A dire il vero, questa band ha partorito un torrente di singoli di successo e decine di milioni di album venduti. Ma la sua maggiore importanza risiede nel fatto che ha cambiato il panorama musicale così profondamente che ogni esponente del pop dalla loro nascita in poi ne è rimasto in debito. Fortunatamente per tutti noi, i Beach Boys continuano a creare e a suonare con la stessa audace immaginazione e lo stesso stile che ha segnato il loro debutto esplosivo più di 50 anni fa. Nel 2003, “Sounds of Summer” (Triplo disco di platino con oltre tre milioni di vendite) insieme al successivo compagno “The Warmth Of The Sun”, segna un ritorno per i Beach Boys, che ancora una volta riescono a scuotere il mondo intero. Ancora più che per i Beatles, i Beach Boys hanno trovato nella loro musica la chiave per l’eterna giovinezza - facendone delle copie per tutti. Per questi ragazzi, la spiaggia non è solo un luogo dove si va a fare surf, ma soprattutto dove la vita si rinnova tutta, di nuovo.Capitanati da Mike Love, i Beach Boys vantano un’attività live sorprendente, collezionando una media di 150 concerti l'anno, che vanno dagli assolati festival estivi ai  gala per i festeggiamenti di Capodanno e eventi speciali in tutto il mondo.

Biglietti:
da 45 a 75 €  + diritti di prevendita

 

GINO PAOLI E DANILO REA  “3” - 28/06/2017 Sala Santa Cecilia ore 20:00

Il nuovo disco della Parco della Musica Records

Gino Paoli voce
Danilo Rea pianoforte

"3” è il nuovo album di Gino Paoli e Danilo Rea per la Parco della Musica Records, disco dedicato alla canzone francese che verrà presentato dal vivo in prima assoluta in Sala Santa Cecilia. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sperimentazioni musicali, Paoli e Rea aprono così un nuovo capitolo della loro avventura: dopo “Due come noi che…” (2012) e “Napoli con amore” (2013), “3” è il terzo album del fortunato duo che si era incontrato nel 2011 per dare vita a  “Un incontro in jazz” (2011). In questo album, dopo il “songbook” americano e il canzoniere napoletano, i due musicisti decidono di affrontare il repertorio della chanson française, brani di autori immortali della musica di tutti i tempi come Charles Trenét, Jacques Breil, Gilbért Becaud, Serge Gainsbourg,  Léo Ferré.

Biglietti:
da 13,50 a 26,50 + diritti di prevendita

 

CLEAN BANDIT Support JP Cooper - 28/06/2017 Cavea ore 21:00

A Luglio Suona bene arrivano i Clean Bandit, gruppo inglese che nel 2014 raggiunge il successo grazie a 'Rather Be', in collaborazione con Jess Glynne, brano che ha ricevuto grandi consensi, specie nel Regno Unito e ha raggiunto la cima della classifica dei singoli. Nel frattempo, la band si fa conoscere con la stessa canzone anche nel resto d'Europa, vincendo il prestigioso Grammy Award nel 2015. Dopo l'uscita dell'album 'New Eyes', disco d'oro in Gran Bretagna, consolidano la loro fama internazionale grazie al singolo 'Extraordinary' e soprattutto a 'Real Love', per il quale collaborano nuovamente con la cantante Jess Glynne. Nel 2016, dopo l'abbandono di uno dei quattro componenti, la band incide 'Rockabye', in collaborazione con il rapper Sean Paul, con il quale raggiungono uno strepitoso successo posizionandosi primi nella classifica inglese per nove settimane consecutive. In italia conquistano quattro dischi di platino. In apertura il cantautore britannico, JP Cooper, arrivato al successo grazie a “Perfect Stranger” di Jonas Blue (singolo certificato Platino nel Regno Unito), ha impressionato positivamente critica e pubblico con “September Song”. La sua “Birthday” è uno delle track portanti del film “Cinquanta Sfumature di Nero”.

 

OPI, AMBROGIO SPARAGNA - 09/06/2017 Cavea ore 21:00
prodotto dalla Fondazione Musica per Roma

VIII Edizione "Ballo!" "Santu Paulu delle Tarante"

con la partecipazione
dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica
il Coro Popolare
diretto da
Anna Rita Colaianni
e con i
gruppi di Danzatori Popolari
coordinati da
Francesca Trenta

Ritorna dopo il grande successo delle precedenti edizioni Ballo!, un grande spettacolo dedicato alla riscoperta e alla reinterpretazione delle antiche danze popolari italiane. Una grande festa, all'aperto e al chiuso, rivolta a tutti gli appassionati e protagonisti della riproposta del grande fenomeno delle danze popolari, che animerà l'Auditorium con laboratori teorico-pratici e spettacolazioni. Un grande evento caratterizzato dalla presenza di oltre trecento danzatori, cantori e musicisti provenienti da tante regioni italiane. Anche in questa edizione una parte importante dello spettacolo sarà dedicata alle danze tradizionali devozionali e terapeutiche tipiche del culto di San Paolo, antico protettore e guaritore delle "Tarantate". La sua figura di guaritore e di ammaestratore di "morsi" di serpenti è un tratto ancora molto presente nella cultura popolare tanto da essere ancora invocata.  Ballo! rappresenta quindi un'occasione speciale per conoscere la ricchezza del lavoro di ricerca e valorizzazione che l'Orchestra Popolare Italiana svolge da dieci anni all'interno dell'attività del Parco della Musica e in particolare attraverso i laboratori etnocoreutici dedicati alle forme tipiche delle danze tradizionali italiane coordinati da Francesca Trenta. Uno spettacolo originale che grazie alla forza della sua energia vitale e miracolosa coinvolgerà tutto il pubblico trasformando la cavea in una grande festa popolare.

 

BRIGA - 30/06/2017 Cavea ore 21:00


Mattia, in arte Briga, nasce a Roma il 10 Gennaio del 1989. Nel 2011 viene notato da un’etichetta discografica indipendente con la quale pubblica i mixtape 'Malinconia della Partenza' e 'Alcune Sere'. A maggio del 2015 viene pubblicato “Never Again”, il primo album che cavalca il grande successo ottenuto con la partecipazione al talent show “Amici”. A giugno dello stesso anno “Never Again” è stato certificato disco di platino dalla FIMI per aver venduto oltre 50.000 copie. Sempre nel mese di giugno 2015, Briga ha partecipato alla terza edizione del Coca-Cola Summer Festival dove è l'italiano più votato con il singolo 'L'Amore è qua'. Del disco 'Never Again' i singoli 'L'Amore è qua' e 'Sei Di Mattina' sono stati certificati dalla FIMI disco d'oro. A Ottobre 2016 è uscito il nuovo album "Talento".

Biglietti:
da 22 a 27 € + diritti di prevendita

 

FIORELLA MANNOIA - 02/07/2017 Cavea ore 21:00
"Combattente il Tour"

Tutti combattiamo. Per un'idea, un amore, un'ingiustizia, un traguardo... in generale per il diritto di essere felici.

Dopo il grande successo nei teatri di tutta Italia di “Combattente il Tour”,  Fiorella Mannoia, a grande richiesta in estate sarà protagonista nelle arene, nelle piazze e nei festival di tutta la penisola, arrivando il 2 luglio in Cavea.  Con la sua consueta forza interpretativa, l’artista accompagnata dalla sua band, regalerà al pubblico le note del suo ultimo album che ha avuto la certificazione Platino “Combattente”, i suoi grandi successi e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio dal vivo, per una scaletta che sarà come sempre ricca di momenti intensi ed emozionanti.
“Che sia Benedetta”, il brano presentato da Fiorella alla 67^ Edizione del Festival di Sanremo e che ha avuto la certificazione Oro , è uno dei brani più trasmessi dalle radio (top 5 nella classifica earOne), ha superato 8 milioni e 750 mila visualizzazioni raggiungendo il 1° posto delle tendenze musica di YouTube, è al 3° posto della classifica FIMI GFK dei singoli più venduti, ed è in testa alle classifiche di streaming.
Il brano, definito dalla stessa Fiorella "un inno alla vita" (il testo è di Amara e Salvatore Mineo, la musica di Amara), è contenuto nell’edizione speciale in doppio cd dell’album “Combattente”. Oltre ai brani di “Combattente” e a che “Che sia benedetta” nel doppio cd sono contenute anche la cover di “Sempre e per sempre” di Francesco De Gregori e i 4 successi “sanremesi” di Fiorella (“Caffè Nero Bollente” del 1981, “Come si cambia” del 1984, “Quello che le donne non dicono” del 1987, “Le notti di maggio” del 1988) registrate live nel corso di “Combattente Il Tour” e una bonus track, la cover di “La cura” di Franco Battiato, anch’essa in una versione live.

Biglietti:
da 35 a 69 euro

 

LP - 03/07/2017 Cavea ore 21:00


Arriva per la prima volta a Roma, la cantautrice 35enne di origini italiane nata a New York Laura Pergolizzi in arte LP. I suoi capelli ricci ribelli, il look e la voce graffiante richiamano alla mente i grandi nomi rock al femminile degli anni settanta/ottanta. Il suo primo album in studio è del 2001; da allora ad oggi, oltre alla realizzazione di altri tre dischi incluso un EP, ha lavorato nel mondo della musica come autrice di grandi star del calibro di Rita Ora, Rihanna e Christina Aguilera.
Nell’estate 2016 si consacra con Lost on You al grande pubblico raggiungendo la fama mondiale e ottenendo vari riconoscimenti: Triplo Disco di Platino, medaglia d'oro nella classifica di iTunes Top Brani, primo posto nella classifica Airplay Radio, Top 10 Airplay TV, primo posto nella classifica Top 100 di Shazam Italia, quarto nella Top 10 Shazam Mondo. Dopo il grande successo di Lost On You, l’uscita del singolo Other People ribadisce il talento di  LP  che in sole tre settimane dal lancio raggiuge la top 10 Airplay, Top 5 Shazam, Top 5 Radio e Top 5 ITunes Main Chart,  per arrivare alla conquista del Disco d’oro.  

Biglietti:
da 26 a 35 € + diritti di prevendita

 

STEFANO BOLLANI Sinfonico  - 05/07/2017 Cavea ore 21:00

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Kristian Jarvi direttore
Stefano Bollani pianoforte

Roukens Morphic Waves*
Bollani Concerto Azzurro
Gershwin Rhapsody in Blue
Gershwin Un Americano a Parigi

I concerti estivi all'aperto dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia saranno inaugurati dall'eclettico Stefano Bollani che, con l'Orchestra di Santa Cecilia diretta da Kristian Järvi, siederà al pianoforte per Concerto Azzurro - una sua nuova composizione per pianoforte e orchestra - e l'intramontabile Rhapsody in Blue di George Gershwin. A completare il programma, un'altra composizione di ‘jazz classico' tra le più famose di Gershwin - Un Americano a Parigi - e la prima esecuzione italiana di Morphic Waves dell'olandese Joey Ruckens, brano sinfonico minimalista rielaborato con un'orchestrazione in cui hanno particolare risalto le percussioni.

Biglietti:
da 20 a 45 €

 

BONOBO - 08/07/2017 Cavea ore 21:00


Dopo il sold out a Milano, Bonobo torna in versione live a Roma per la rassegna Luglio Suona Bene. Si intitola 'Migration' l'album con cui l'artista inglese torna a proporre l'elettronica esotica: Migration è il suo ultimo disco, accolto calorosamente dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo e ricco di ospiti di fama internazionale. Impossibile non citare il canadese Michael Milosh (Rhye), con la sua indimenticabile voce, l’australiano Nick Murphy (Chet Faker), artista rivelazione degli ultimi anni, e l’incantevole Nicole Miglis (Hundred Waters). Arrivato al sedicesimo anno di carriera Simon Green può contare oggi su una fedele e vastissima base di fan, che gli ha permesso di collezionare un sold out dopo l’altro in un tour mondiale che riporterà il “brighton boy with a nomadic soul” (The Guardian) finalmente in Italia a luglio. L’8 luglio Bonobo accoglierà il suo affezionato pubblico in una location esclusiva, perfetta cornice per uno show indimenticabile e ipnotico. Un appuntamento per scoprire un artista unico al mondo che con questo Migration ha raggiunto il suo zenit creativo e che Pitchfork battezza come: “the most sophisticated effort of his career, an impressive improvement. It’s a record with equal appeal for electronic music fans and general listeners, something you could put on anywhere.”

Biglietti:
da 25 a 45  € + diritti di prevendita

 

FRANCESCO RENGA - 09/07/2017 Cavea ore 21:00


"Scriverò il tuo nome live"

Francesco Renga voce
Fulvio Arnoldi chitarra acustica/tastiere
Vincenzo Messina piano/tastiere
Stefano Brandoni chitarre
Heggy Vezzano chitarre
Phil Mer batteria
Gabriele Cannarozzo basso

Torna in concerto a Luglio Suona Bene Francesco Renga, per presentare Scriverò il tuo nome. Il nome dell’amore è al centro del live, con i più grandi successi e i brani tratti dall’ultimo album pubblicato ad aprile 2016 e balzato subito ai vertici delle classifiche di vendita e certificato disco d’oro in sole sei settimane.
Francesco Renga nasce a Udine il 12 giugno 1968. Sul palco colpisce per la straordinaria presenza scenica e ancora di più per la naturalezza con cui procede spedito attraverso passaggi vocali, cambi di registro ed emozionanti momenti di spettacolo.  La sua voce non ha uguali nel panorama italiano. Una voce che da sempre viaggia su altezze e intensità poco frequentate, richiamando da lontano la lezione di un grande artista che di Renga è sempre stato uno dei principali ispiratori e modelli, il cantante degli Area Demetrio Stratos. Pop, Melodia, Rock, tensione espressiva ed improvvise aperture orchestrali caratterizzano oggi la sua musica, chiudendo il cerchio di un percorso ventennale che lo ha visto debuttare come frontman di uno dei più influenti gruppi rock italiani degli anni ’90, i Timoria, per poi proseguire da solo alla ricerca di una propria strada nel corso degli anni ’90, pubblicando cinque album che hanno segnato altrettante fasi della sua carriera in perenne crescita artistica. Tantissimi i grandi singoli che nel passato gli hanno portato fortuna, da “Raccontami” (premio della critica a Sanremo 2001) a “La tua bellezza” (Sanremo 2012) e “Angelo” (brano vincitore del Festival di Sanremo 2005), passando attraverso alcune delle sue più belle pagine in musica: “Ci sarai”, “Cambio direzione”, “Favole”, “Mai così”, “Ancora di lei”, “Dove il mondo non c’è più”, tutti brani del canzoniere di Renga che uniscono come pochi energia e melodia, potenza espressiva e grande immediatezza melodica. Una carriera lunga più di vent’anni che, guardata in un unico colpo d’occhio, ritrova oggi un suo perché e una sua bella coerenza.
Biglietti:
da 30 a 65 €

 

THE LUMINEERS - 10/07/2017 Cavea ore 21:00


Il sound coinvolgente dei The Lumineers ha scalato le classifiche mondiali conquistando milioni di fan. Il secondo album della band, Cleopatra, anticipato dal singolo Ophelia, ha raggiunto in pochissimo tempo il primo posto nelle classifiche americane ed europee. A quattro anni di distanza dal disco che li ha consacrati, la band  torna sulla scena musicale con  un album  capace di dimostrare come Schultz e Fraites - insieme alla violoncellista e cantante Neyla Pekarek - non abbiano dato la loro fortuna per scontato, né si siano seduti sugli allori. Recentemente la band ha registrato un doppio sold out al Madison Square Garden, ed è stata scelta dagli U2 come ospite del loro tour americano. Solo nel nostro paese la band ha registrato ben quattro sold out, collezionando un successo dietro l’altro in tutto il mondo.

Biglietti:
da 30 a 37.50 + diritti di prevendita

 

RYAN ADAMS - 11/07/2017 Cavea ore 21:00


Con oltre vent’anni di acclamato successo alle spalle, tra i più eleganti singer-songwriter della sua generazione secondo il NY Times, arriva a "Luglio suona bene" Ryan Adams per presentare il suo ultimo lavoro “Prisoner”.  Anticipato dai singoli “Do You Still Love Me?”  e “To Be Without You”  l'album - scritto, registrato e prodotto da Ryan Adams tra il 2014 ed il 2016 - è un disco estremamente personale e mostra la fragilità umana di Ryan Adams, che riversa la confusione ed il turbamento nella sua musica. Il nuovo album arriva a due anni di distanza dalla pubblicazione di “1989”, un disco contenente le cover ad opera di Ryan Adams dell’omonimo album di Taylor Swift.  
Originario del Nord Carolina, Ryan Adams debutta nel 2000 con “Heartbreaker”, nominato da Rolling Stone tra i “50 Best Albums of the Decade”. Esponente dell’alternative country con i Whyskeytown e successivamente con The Cardinals, ha pubblicato quindici album da solista, spaziando dal rock al coutry, dal garage al folk, vendendo milioni di copie in tutto il mondo, e ha collaborato con Norah Jones, Beth Orton, Cowboy Junkies e molti ancora.

Biglietti:
da 25,25 a 43,50 € + diritti di prevendita

 

EZIO BOSSO Sinfonico - 12/07/2017 Cavea ore 21:00

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ezio Bosso direttore e pianoforte

Bach Concerto n. 5 in fa BWV 1056
Bosso Split, per pianoforte e archi
Bosso Rain in your black eyes, per pianoforte e archi
Beethoven Sinfonia n. 7

L’appuntamento di mezza estate vedrà per la prima volta sul podio di Santa Cecilia un altro degli artisti italiani più stimati a livello internazionale, il compositore, direttore d’orchestra e pianista Ezio Bosso. Considerato uno dei più influenti musicisti italiani della sua generazione, Bosso, tornato alla direzione dopo una lunga assenza, affronterà per desiderio dell’Orchestra la Sinfonia N.7 di Beethoven, preceduta da una prima parte dedicata a Bach e due sue composizioni, Split e Rain in your Black Eyes, che lo vedrà nella doppia veste di solista e direttore.

Biglietti:
da 20 a 45 €

 

NEK "Unici in Tour" - 03/07/2017 Cavea ore 21:00


Mentre il suo nuovo singolo "Differente" è tra i brani più trasmessi dalle radio italiane, Filippo Nek Neviani annuncia l’atteso tour estivo che prende il nome dal suo ultimo album di inediti “Unici” e che lo vedrà fare tappa in alcune delle location più prestigiose e suggestive d’Italia.
Sul palco Nek, con la sua straordinaria energia, regalerà al pubblico le note degli indimenticabili successi della sua carriera e i brani del suo nuovo album.
Prodotto dallo stesso Nek e da Luca Chiaravalli, “Unici” è il tredicesimo album di inediti dell'artista, uscito a quasi due anni di distanza dal precedente “Prima di Parlare”.  Questo nuovo lavoro contiene 11 brani: Unici; Differente; Questo so di me; Freud (featuring J-Ax); Uno di questi giorni; Mia; Il giardino dell’Eden; La mia terra; Quando era ora; In braccio; Futuro 2.0.

Biglietti:
da 29 a 65 €

 

THE PRETENDERS - 14/07/2017 Cavea ore 21:00


The Pretenders, capitanati dalla rock queen Chrissie Hynde, saranno a Roma per presentare il loro ultimo lavoro Alone.
Mentre era in studio di registrazione con Dan Auerback (Black Keys) per lavorare al seguito del suo lavoro da solista Stockholm, la storica leader della band si è resa conto che l’album che stava prendendo forma, dal titolo provvisorio Chrissie Hynde Practices Her Autograph, aveva tutte le carte in regola per decretare il ritorno dei Pretenders. Trentasette anni dopo l’omonimo album d’esordio, Alone può essere considerato il fratello più vecchio, più saggio e più cattivo di quel debutto. La band, che la Hynde descrive come formata da «persone vere che suonano strumenti veri», ospita il bassista di Johnny Cash Dave Roe, il country rocker Kenny Vaughan alla chirarra e membri degli Arcs, side project di Dan Auerbach: Richard Swift alla batteria, Leon Michels alle tastiere e Russ Pahl alla pedal steel guitar.

Biglietti:
da 25 a 50 € + diritti di prevendita

 

FRANCESCO GABBANI - 15/07/2017 Cavea ore 21:00


Francesco Gabbani è un cantautore e polistrumentista toscano che nel 2016 vince la 66° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte, il Premio della Critica Mia Martini e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo con “Amen”, un brano che rappresenta appieno il mondo musicale di Gabbani. Dietro ad una semplice freschezza melodica si cela infatti una sarcastica intenzione a sollecitare riflessioni sul modo di vivere dei nostri tempi. Nel febbraio del 2016 esce “Eternamente Ora”, disco composto da otto tracce inedite, un disco importante che segna una svolta nella carriera artistica di Francesco e che entra nella Top 20 della classifica Gfk-Fimi degli album più venduti in Italia, quattro settimane dopo l’uscita. Il secondo lavoro di Gabbani è la colonna sonora originale del film “Poveri ma ricchi” di Fausto Brizzi, i cui temi sono interamente scritti e composti da lui. Nel febbraio 2017 Francesco Gabbani torna e vince la  67° edizione del Festival di Sanremo con “Occidentali’s Karma” e per la prima volta nella storia del Festival un artista vince consecutivamente prima tra le Nuove proposte e poi tra i big. Oltre al Festival vince il Premio TIMmusic come brano più ascoltato sull’omonima piattaforma dedicata alla musica in Streaming e annuncia che parteciperà all’Euro Song Contest 2017 che si terrà a Maggio a Kiev.  “Occidentali’s Karma” oltre a essere il singolo più venduto in Italia dalla sua pubblicazione, è per la seconda settimana consecutiva al primo posto della classifica airplay radio e video settimanale. Il video, con oltre 45 milioni di visualizzazioni, più di 400mila like e 30mila commenti, è il music video “sanremese” di maggiore successo di sempre su YouTube e, per la seconda settimana consecutiva, si colloca nella classifica dei 100 video musicali più visti al mondo su YouTube. In attesa dell’uscita del nuovo disco, previsto tra fine aprile e inizio maggio, Francesco Gabbani ha annunciato il suo nuovo attesissimo tour che farà tappa all’Auditorium Parco della Musica.

 

PHILIP GLASS “The Complete Piano Etudes” - 16/07/2017 Cavea ore 21:00
eseguiti da Philip Glass, Dennis Russel Davies, Maki Namekawa, Roberto Esposito, Viviana Lasaracina


Composto da Philip Glass tra il 1991 ed il 2012, “20 Etudes” per piano è sicuramente da annoverare tra le opere più celebri di questo straordinario compositore, tra i musicisti più noti al mondo. Naturalmente suddiviso in Book 1 e Book 2, in base al corso della sua composizione, “20 Etudes” segue il percorso evolutivo e musicale di Glass, tracciando un netto distacco tra Book 1 (più tecnico e strutturato) e Book 2 (più spontaneo ed armonico). In occasione degli ottanta anni di Philip Glass, uno speciale concerto evento dove la grande icona della musica contemporanea, maestro del minimalismo e delle sue evoluzioni, suonerà accompagnato da Dennis Russel Davies, Maki Namekawa, Roberto Esposito, Viviana Lasaracina.
Nato a Baltimora, Maryland, Philip Glass si laurea all’Università di Chicago ed alla Juilliard School. Agli inizi degli anni Sessanta Glass dedica anima e corpo in due anni di studi intensivi a Parigi, accompagnato da Nadia Boulanger, con la quale comincia a guadagnare i primi soldi trascrivendo la musica indiana di Ravi Shankar su pentagramma. Nel 1974 Glass attraversa una fase molto produttiva e creativa, dando vita a progetti innovativi e ad una larga collezione di nuove musiche per The Philip Glass Ensemble e per la Mabou Mines Theater Company. Questo periodo produttivo culmina in “Music in Twelve Parts” e nell’opera monumentale “Einstein On The Beach”, che vede la collaborazione di Robert Wilson. Ed è proprio con quest’ultima composizione che Glass espande il suo repertorio musicale avvicinandosi all’opera, alla dance, al teatro, alla musica da camera, orchestrale e da film. Le sue colonne sonore hanno ricevuto molte nomination agli Academy Award (“Kundun”, “The Hours”, “Notes On A Scandal”) e ai Golden Globe (“The Truman Show”). Negli ultimi anni, numerose sono state le composizioni rivelate, compresa un’opera dedicata alla morte di Walt Disney, “The Perfect American” (commissionata dal Teatro madrileno Real e dalla English National Opera), la “song cycle” “Ifé”, scritta per Angelique Kidjo, una rivisitazione di “Einstein” e la pubblicazione delle memorie di Glass, “Words Without Music” ad opera di Liveright Books. Nel maggio 2015 la Filarmonica di Los Angeles, diretta da Gustavo Dudamel, ha performato in anteprima mondiale il doppio concerto che Glass scrisse per Katia e Marielle Labèque. Nel novembre 2016 la Washington National Opera ha riproposto in anteprima la versione rivisitata dell’opera di Glass “Appomattox”, in collaborazione con il librettista Christopher Hampton. Philipp Glass ha recentemente festeggiato a fine gennaio l’ottantesimo compleanno, suonando, per la prima volta, la sua 11° Sinfonia.

Biglietti:
da 22 a 60 € + diritti di prevendita

 

YANN TIERSEN An evening with Yann Tiersen. Solo in concert - 18/07/2017 Cavea ore 21:00


Yann Tiersen ritorna a Luglio suona bene per presentare in pianosolo "Eusa", il nuovo album uscito lo scorso anno. L’album comprende 10 nuove composizioni per pianoforte, ognuna legata ad una posizione specifica dell’isola di Ouessant ('Eusa' in bretone) al largo delle coste della Bretagna, dove Tiersen vive. Nell’album, registrato presso gli Abbey Road Studios, il piano solista di Yann Tiersen è accompagnato solo dalle registrazioni di campo effettuate nel punto esatto dell’isola a cui fa riferimento il brano musicale.
Tiersen spiega, “Ouessant è più di una semplice casa - è una parte di me. L'idea era di fare una mappa dell'isola e, per riflesso, una mappa di quello che sono io. Per cominciare ho scelto dieci luoghi dell'isola e ho fatto una serie di registrazioni ambientali per ciascuno di essi. Le composizioni di musica per pianoforte che ho scritto in seguito prendono il nome di questi luoghi, e la partitura di ogni pezzo è accompagnata dalle coordinate GPS e da una fotografia del sito scattata da Emilie Quinquis ".

Biglietti:
da 25 a 42 € + diritti di prevendita

 

CARMINA BURANA - 09/07/2017 Cavea ore 21:00
Coro e Percussioni dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ciro Visco direttore

Piovani Carme
Orff Carmina Burana


Il 19 luglio torna un classico amatissimo dal pubblico, i Carmina Burana di Carl Orff: 24 brani con testo in latino strumentati con sonorità che affascinano ogni volta il pubblico di tutte le età, eseguiti dal Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, diretto da Ciro Visco. Accanto ai Carmina di Orff la rilettura contemporanea di Nicola Piovani che con Carme si ispira a un’ode di Catullo. Al pianoforte un duo di talenti ormai celebre in tutto il mondo: gli olandesi Arthur e Lucas Jussen.

 

JARABE DE PALO "20 Anos" 20/07/2017 Cavea ore 21:00

“Di questi 50 anni, ne ho passati almeno 30 a stretto contatto con la musica, 20 dei quali a livello più o meno professionale. Sono nato musicista e sono tuttora musicista, dunque ho (e abbiamo) due compleanni da festeggiare. E dal momento che si festeggia, facciamolo con la musica!” Pau Donés

Dopo due anni di fermo a causa di un serio problema di salute di Pau Dones, gli Jarabe de Palo tornano in azione con un nuovo progetto discografico che celebra i 50 anni di Pau Donés, leader e fondatore degli Jarabe de Palo e i 20 anni di carriera della band. 50 Paolos è un doppio album contenente i pezzi più celebri del gruppo come La Flaca, Bonito e Dipende, reinterpretati in una nuova veste piano, archi e voce. I nuovi arrangiamenti nascono dalla voglia di mostrare i brani nella loro essenza, per lasciare spazio alle sottigliezze e all’immaginazione, per presentarle al pubblico nel loro stato più puro. Jarabe de Palo consolida il suo rapporto speciale con l'Italia anche in questo lavoro discografico, collaborando con artisti italiani ai quali è legato da un rapporto di grande stima e amicizia: Kekko dei Modà, Francesco Renga, Noemi e Jovannotti.

 

GREGORY PORTER - 21/07/2017 Cavea ore 21:00


Gregory Porter, il cantante che ha conquistato il mondo con i due album “Water” e “Be Good” arriva a Roma fresco vincitore ai Grammy Awards con l’album “Take me to the alley” che si è imposto nella “Best Vocal Jazz Album”.  Nato a Los Angeles, cresciuto a Bakersfield; un’infanzia difficile, sostenuta però dalla passione per la musica e per la voce di Nat King Cole, Gregory Porter esordisce nel 2010 con il disco Water che gli valse la prima nomination ai Grammy come “Best Jazz Vocal”, fatto eccezionale per un disco d’esordio. I singoli 1960 What? e Illusion, scalano le classifiche in America e in Europa, mentre il New York Times sigilla così tale successo: “Gregory Porter has most of what you would want in a male jazz singer, and maybe a thing or two you didn’t know you wanted”. La consacrazione arriva nel 2012 con il secondo album Be Good, con cui si aggiudica la seconda nomination ai Grammy, questa volta come “Best Traditional R&B Performance”. Con una voce che sa essere carezzevole e decisa, calda e avvolgente, Gregory Porter è stato definito da Wynton Marsalis, con cui si esibisce spesso a New York, “un cantante fantastico”. Tra i nomi di coloro che Porter cita come propri punti di riferimento ci sono Nat King Cole, Joe Williams e Donny Hathaway. Lo stile vocale di Porter è stato di plasmato dall’esempio di questi cantanti, ma la sua personale visione del mondo carica tutti i brani di una tale intensità emotiva da rendere ogni esecuzione estremamente potente ed unica.

Biglietti:
da 17,50 a 26,50 + diritti di prevendita

 

ERMAL META "Vietato Morire Tour" - 22/07/2017 Sala Sinopoli ore 21:00


Dopo l’esibizione a Sanremo nella sezione Big, Ermal Meta presenta live il suo nuovo album Vietato Morire. “Vietato morire” è una canzone che descrive con “ferma delicatezza” la violenza sulle donne come sui bambini, senza retorica, senza lacrime, ma con un monito solido come un macigno: “ricorda di disobbedire perché è vietato morire”. La canzone ha ottenuto il Premio della Critica Mia Martini.
Ermal Meta è veramente un caso unico: solo negli ultimi due anni ha ottenuto 6 dischi di platino e 4 d’oro. Esattamente dodici mesi fa iniziava l’avventura solista di Ermal Meta proprio dal Festival di Sanremo sezione giovani; il pubblico imparò a conoscere quest’artista con la sua Odio Le Favole e dopo qualche giorno attraverso l’album Umano, che venne rappresentato durante l’estate da A Parte Te, hit radiofonica ormai tra i classici del pop italiano.  Nel 2015 ben 5 pezzi figuravano in estate tra i primissimi trasmessi dalle radio. Durante l’Umano Tour, è stato presentato il nuovo singolo Gravita Con Me, affiancato da un video realizzato da uno degli YouTuber più apprezzati e corteggiati in questa nuova era sempre più virtuale: Cane Secco. A coronamento del 2016 denso e ricco di impegni soddisfazioni e riconoscimenti (Premio Lunezia, Spazio d’Autore - come migliore autore dell’anno – Premio Città di Ancona) è arrivato l’invito da parte di Carlo Conti di partecipare tra i big a Sanremo 2017.

Biglietti:
da 20 a 35 + diritti di prevendita

 

CHARLES AZNAVOUR "Tra di noi" - 23/07/2017 Cavea ore 21:00


«Fai della tua vita un'avventura, sorprendi gli uomini e le donne intorno a te, con umiltà, gentilezza, semplicità».
Questo è Charles Aznavour, voce unica, artista generoso, uomo straordinario. Cantautore, attore, diplomatico impegnato, alla soglia dei 93 anni Aznavour non smette di stupire. Con la sua voce inconfondibile, tanto da meritare il soprannome di Charles Aznavoice, ha incantato milioni di spettatori in 94 paesi, portando in scena un repertorio impressionate di 1.200 canzoni e 294 album. Sono numeri da record e, nonostante Aznavour preferisca all’appellativo “star” quello più composto di “artigiano”, i risultati sono eccezionali: 300 milioni di dischi venduti nel mondo e 80 film all’attivo. Perché Aznavour non è nient’altro che “un uomo con una classe folle, una professionalità indiscutibile, una volontà feroce e un artista dalla penna imbattibile che osserva il mondo con gli occhi di un ragazzino” [Paris March]. Settant’anni di lunga e onorata carriera che lo scorso anno lo hanno portato a regalarsi un tour internazionale, macinando sold out ad Amsterdam, Dubai, Praga, Antwerp, Osaka, Tokyo, Barcellona, Marbella, Trélazé, Monaco e Verona.
Nato a Parigi nel 1924 da immigrati di origine armena, Shahnour Vaghinagh Aznavourian, in arte Charles Aznavour, debuttò a teatro come attore di prosa. Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo portò in tournée in Francia e negli Stati Uniti, si mise in luce come cantautore. Ma il riconoscimento mondiale arrivò nel 1956 all'Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie: uno strepitoso successo che gli permise di entrare nella storia degli chansonnier francesi. Il fatto che Aznavour canti in sette lingue gli ha consentito di esibirsi in tutto il mondo divenendo ovunque famosissimo. Si è esibito alla Carnegie Hall e nei maggiori teatri del mondo, duettando con star internazionali come Nana Mouskouri, Liza Minnelli, Sumiva Moreno, Compay Segundo, Céline Dion e, in Italia, con Mia Martini e Laura Pausini.

 

RENZO ARBORE L'Orchestra Italiana - 24/07/2017 Cavea ore 21:00


Renzo Arbore L’Orchestra Italiana: dopo 26 anni di Orchestra Italiana, Arbore ammette di soffrire di recidività “Sono recidivo e ne vado fiero. Sono un italiano, un italiano vero”.  Con ironia e delicatezza, Renzo Arbore sa come scatenare il suo pubblico. Lo ha fatto ovunque nel mondo con l’Orchestra Italiana e continua ancora oggi a coinvolgere le generazioni dei padri e quelle dei figli. Tre ore dense di spettacolo, durante le quali lo showman foggiano non si risparmia mai per il suo pubblico: “La scaletta del concerto - spiega Renzo Arbore - coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore”. Renzo Arbore L’Orchestra Italiana approda, accolta sempre con un entusiasmo senza pari, in molti dei più prestigiosi teatri d’Italia e del resto del mondo: New York, Londra, Parigi, Mosca, Tokyo, Caracas, Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro, Toronto, Montreal, Sidney, Melbourne, Pechino, Shanghai… e addirittura in questi ultimi anni sembrerebbe essersi rafforzato il ruolo per così dire “istituzionale” dell’Orchestra Italiana con Arbore ormai diffusamente riconosciuto come autentico “ambasciatore” della musica e della cultura “italiana” nel mondo. Renzo Arbore è circondato da 15 talentuosi musicisti: “…all stars” come ama definirli egli stesso, tra i quali spiccano l’appassionato canto di Gianni Conte, la seducente voce di Barbara Buonaiuto, quella ironica di Mariano Caiano e i virtuosismi vocali e ritmici di Giovanni Imparato. E poi ancora: la direzione orchestrale e il pianoforte di Massimo Volpe, fisarmonica e piano di Gianluca Pica, le chitarre di Michele Montefusco, Paolo Termini e Nicola Cantatore, le percussioni di Peppe Sannino, la batteria di Roberto Ciscognetti, il basso di Massimo Cecchetti e, dulcis in fundo, gli struggenti e festosi mandolini di Nunzio Reina, Salvatore Esposito, Salvatore della Vecchia.

Biglietti:
da 45 a 80 + diritti di prevendita

 

BENJAMIN CLEMENTINE - 25/07/2017 Cavea ore 21:00

Benjamin Clementine, cantante, musicista e poeta anglo-ghanese di 29 anni, torna in Italia con un nuovo e intenso spettacolo. Nato come artista di strada, il polistrumentista londinese naturalizzato francese è diventato in breve tempo una figura di culto nella scena musicale e artistica internazionale. Il suo talento è difficilmente circoscrivibile: cantante, pianista, poeta, dotato di una voce capace di coprire una vasta gamma tonale con un timbro caldo e potente, perfettamente in grado di coniugare il pop, la musica nera e l'impostazione classica.
Il suo album di debutto “At Least For Now” è stato definito dai critici un disco audace, brillante, stupefacente e gli è valso l’assegnazione del Mercury Prize 2015 -  il prestigioso premio che ogni anno viene conferito da una giuria di addetti ai lavori e giornalisti musicali al miglior disco di un artista britannico o irlandese.


TOM JONES - 26/07/2017 Cavea ore 21:00


Famoso per la sua voce unica, Tom Jones torna in Italia questa estate per una data unica e imperdibile. Sir Tom è una leggenda vivente, uno dei pochi artisti in ambito musicale la cui professione è cominciata all’alba della moderna musica popolare e che continua tuttora ad avere una prolifica carriera sia dal vivo che in studio. Il suo irresistibile spettacolo attraversa periodi e generi musicali, supera le divisioni tra classi e raggiunge tutte le generazioni, uomini e donne, mainstream e avanguardia. Il potere di Tom Jones è sempre stato nella canzone e nella voce. Il pubblico potrà ripercorrere i 50 anni della sua carriera e ascoltare i brani tratti dal suo ultimo album, “Long Lost Suitecase”, la perfetta colonna sonora alla prima autobiografia di Tom, Over The Top And Back.

Biglietti:
da 43,50 a 85 € + diritti di prevendita

 

CARMEN CONSOLI - 27/07/2017 Cavea ore 21:00

Carmen Consoli voce, chitarra
Massimo Roccaforte chitarra, mandolino
Emilia Belfiore violino
Adriano Murania violino, viola
Claudia della Gatta violoncello
Concetta Sapienza fiati
Alessandro Monteduro percussioni
Elena Guerriero pianoforte

Carmen Consoli non smette mai di cercare, sempre elegante eppure energica, disegna infaticabile nuovi abiti per le sue canzoni. Per lei il palco è un banco di prova costante, il tavolo su cui sperimentare nuovi suoni, la passerella per cui cucire un nuovo abito da far indossare ad suo pezzo già classico.
Così, mentre è ancora in corso il tour “Eco di sirene”, che la vede sul palco sirena ammaliatrice insieme ad altre due donne (Emilia Belfiore al violino e Claudia della Gatta al violoncello), Carmen già progetta il tour estivo – prima della ripresa europea in autunno di “Eco di sirene”.
Sui grandi palchi estivi suonerà con una band di ben sette elementi, sette straordinari musicisti che l'hanno già accompagnata – ognuno in momenti diversi - nei progetti affrontati negli ultimi anni: alle chitarre ci sarà Massimo Roccaforte, al suo fianco come chitarrista e mandolinista sin dagli esordi nei piccoli locali catanesi nel lontano 1993; due i violinisti – Emilia Belfiore (già in “Eco di sirene”) e Adriano Murania (primo violino del Teatro Bellini di Catania, con la Consoli in vari tour teatrali ed esteri); quest'ultimo suonerà anche la viola. Al violoncello ci sarà nuovamente Claudia della Gatta, mentre saranno ai fiati Concetta Sapienza e alle percussioni Alessandro Monteduro, incontrato per la Notte della Taranta 2016, di cui è stata Maestro Concertatore; al pianoforte Elena Guerriero, da anni assistente personale dell'artista e sua tastierista. Carmen e i suoi musicisti formeranno così una tavolozza di colori che saprà dare infinite, nuove sfumature allo straordinario repertorio musicale della Consoli.

Biglietti:
da  17,50 a 43,50 € + diritti di prevendita

 

AL BANO E ROMINA POWER - 28/07/2017 Cavea ore 21:00


Torna la coppia più celebre della canzone italiana. Al Bano Carrisi e Romina Power saranno in concerto il 28 luglio in Cavea.
La storia artistica e privata di Al Bano e Romina ha incrociato spesso quella del costume nazionale, dell’anima italiana più popolare, capace di tradurre in canzoni le emozioni più semplici: da “Felicità” e “Nostalgia canaglia” a “Ci sarà”, che rappresentano i “loro” Festival di Sanremo; da “Sharazan”, “Libertà”, “Che angelo sei”  a “Sempre sempre"; queste alcune delle canzoni del repertorio del duo. Dopo anni di silenzio la coppia ha ricominciato la propria attività, intensificandola sempre più.  Sedici anni separano l’ultima apparizione pubblica (a Rio de Janeiro nel 1997, davanti a Papa Giovanni Paolo II) alla loro “reunion”, quando si ritrovano in Russia nel 2013 per tre eventi live organizzati a Mosca. Poi, nel 2014, alcuni concerti negli Stati Uniti, Canada, Spagna, Romania, Polonia, Germania, Austria e di nuovo Russia fino a quando il 10 febbraio 2015, dopo 24 anni di assenza, tornano a calcare il palcoscenico del teatro Ariston di Sanremo, esibendosi durante la prima serata del Festival con "Cara terra mia", "Felicità" e "Ci sarà". L’Arena di Verona a maggio del 2015, e in diretta tv su RaiUno per un grande show da ascolti record, li vede protagonisti del primo concerto insieme in Italia dopo tanti anni.

Biglietti:
da 40 a 80 € + diritti di prevendita

 

ALVARO SOLIER “Summer tour 2017” - 30/07/2017 Cavea ore 21:00


Fa tappa a Luglio Suona Bene  con il suo “Summer tour 2017” Alvaro Soler. Durante il concerto, l'artista spagnolo presenterà i brani del suo disco “Eterno agosto”, certificato Oro in Italia; oltre ai successi “El mismo sol” (5 dischi di Platino e la vittoria al Coca Cola Summer Festival 2015), “Sofia” (7 dischi di Platino, vittoria di tappa al Coca Cola Summer Festival 2016) e “Libre” insieme ad Emma Marrone (Platino), anche il nuovo singolo “Animal”. A soli 26 anni Alvaro Soler può vantare 36 dischi d’Oro e di Platino in tutto il mondo e 200 milioni di stream a cui si aggiungono le visualizzazioni su YouTube e Vevo dove i suoi video hanno collezionato oltre 450 milioni di view.

Biglietti:
da 25,25 a 50 € + diritti di prevendita

 

ALEX BRITTI & MAX GAZZE' "In missione per conto di Dio" - 31/07/2017 Cavea ore 21:00


Due grandi artisti, due grandi amici: il 31 luglio Alex Britti e Max Gazzè saranno insieme per un concerto unico nella location più prestigiosa della Capitale: l'Auditorium Parco della Musica.
La Fondazione Musica per Roma e la OTRlive producono questo evento che vedrà di nuovo sullo stesso palco i due straordinari musicisti, che già negli anni Novanta hanno suonato insieme negli allora fumosi locali blues di tutta Europa. L'energia, l'ironia e i decibel di quegli anni risuoneranno nella Cavea per quello che sarà il fulcro di questo grande evento.
Il concerto, infatti, vedrà prima alternarsi e poi suonare insieme Alex Britti, chitarrista fuori dal comune, autore di canzoni tra le più amate dal pubblico italiano, e Max Gazzè, bassista raffinato, artista estremamente eclettico che riesce a trasformare in successo ogni suo progetto, anche il più complesso. Il set di Britti sarà un power trio, ulteriormente amplificato dalle voci di due coriste; mentre con Gazzè suoneranno i suoi musicisti di sempre, compagni di vita oltre che di avventure musicali.
La terza parte del concerto sarà la più esplosiva: Britti e Gazzè saliranno insieme sul palco per il gran finale con un tributo alle loro radici comuni che affondano nel blues; la consuetudine dei vecchi tempi si intreccerà alla consapevolezza e alla ricchezza artistiche raggiunte....e se i volumi si faranno troppo alti, fuori, ad attenderli, ci sarà ancora la bluesmobile.

Biglietti:
da 21,74 a 43,48 + diritti di prevendita