Blog

Cosa fare a Capodanno? Siete stanchi del solito Cenone?

Ecco alcune proposte per festeggiare in maniera alternativa il Capodanno nei tanti Teatri di Roma!

TEATRO GHIONE

A CHE SERVONO QUESTI QUATTRINI

inizio primo spettacolo ore 20,00 – Prezzi da 46,00 € 
inizio secondo spettacolo ore 23,00 – Prezzi da 69,00 € 

Lo spettacolo:

Armando Curcio ha scritto questa commedia nel 1940. Quelli erano anni di crisi economica, e guarda un po’, ancora oggi dopo circa 78 anni, il paese vive anni di grande crisi economica, culturale e sociale. Forse è proprio per questo che le parole di Curcio ci appaiono incredibilmente attuali.
Eduardo Parascandolo, dopo aver dilapidato tutti i suoi averi per non essersi interessato delle proprie finanze, trascorre il tempo professando la sua filosofia di vita (cita a modo suo Socrate, Platone e Diogene)in cui il denaro è inutile ed è una sorta di malattia che affligge l’umanità; inoltre gli uomini non dovrebbero lavorare ma dedicarsi alla contemplazione e al riposo. Sembrano le parole di un nuovo guru del web, o quelle di un politico improvvisato cui siamo ormai abituati e che abbiamo cominciato pure a votare, per disperazione forse. Noi siamo tuttiVincenzino Esposito, il discepolo più affezionato del professor Parascandolo, un povero operaio che si licenzia per seguire la nuova filosofia di vita contro il parere della sorella con cui convive.Vincenzino è innamorato di Rachelina, ma la benestante famiglia di lei, proprietaria di un famoso pastificio, è contraria al fidanzamento tra i due. Il Professore è sicuro di conoscere il segreto per convincere la facoltosa famiglia di Rachelina e organizza una messinscena grazie alla quale fa credere a tutti che Vincenzino abbia ereditato una cospicua somma di denaro; tutto ciò servirà non solo per ufficializzare il fidanzamentocon Rachelina, ma per ribadire il concetto che non è fondamentale possedere grandi ricchezze per poter vivere.
Cosa c’è di più attuale del valore dell’apparenza?
Il Professore con il suo stratagemma ci dimostrerà che basta far credere a tutti di essere ricchi per diventare degni di credito illimitato.

“Il Denaro è un trucco, serve solo ad apparire ciò che non si è!”

Trasportata ai giorni nostri diventa un’indagine sul rapporto delle persone con i beni materiali, con l’apparire in una società malata che ha travisato i valori e il rapporto con il denaro. In un momento storico in cui i soprusi passati e l’assenza totale di punti di riferimento ci fanno cedere ai comici che diventano politici e ai politici che diventano troppo comici per essere credibili. Mail testo di Curcio è anche uno sprone a considerare le disgrazie come opportunità. Per convincersi che tutto è meno peggio di quel che sembra, basta attivare il cervello.

 

TEATRO TIRSO DE MOLINA
 

 

UOMINI ALLA CRISI FINALE
inizio primo spettacolo ore 20,00 – Prezzi da 44,00 € 
inizio secondo spettacolo ore 22,30 – Prezzi da 66,00 € 

Lo spettacolo:

Tre amici s’incontrano nella piccola garconiere dove si sono riuniti per anni, ogni lunedì a giocare a poker e a parlar male delle proprie donne. La casa è chiusa da quando il quarto del gruppo è misteriosamente scomparso, inseguito da mogli e creditori. La visita smuove nei tre un mare di emozioni e tra prese in giro e piccoli scontri ritrovano la vecchia complicità, ma ad animare la serata uno straordinario imprevisto… una chiave gira nella toppa ed ai loro occhi si presenta una avvenente ragazza dell’Est, ci vuole poco a capire che si tratta di una professionista del mestiere più antico del mondo. Sostiene di venire tutti i lunedì da quasi un anno, di entrare al buio e fare l’amore a turno con ognuno di loro. Pino e i suoi amici cadono dalle nuvole, poi cominciano ad accusarsi a vicenda scatenando situazioni di grande comicità. Alla fine appare evidente che qualcuno si spaccia per loro… chi sarà? E perché? Forse l’amico non è morto come credevano? I tre uomini si scervellano per cercare di capire. Ma la ragazza è bella e disponibile e soprattutto gia pagata dal misterioso cliente… chi riuscirà a godere di questa inaspettata fortuna?

 

 TEATRO CIAK

CLUEDOS
inizio spettacolo ore 20,00 – Prezzi da 100,00 € 

Lo spettacolo:

Il Giallo interattivo è un genere da anni in voga nei paesi anglosassoni, sempre precursori, e “ Cluedos giallo interattivo” è uno dei pilastri della sua giovane storia italiana. Campione di incassi del Teatro Stabile Del Giallo in scena a Roma per più di 150 repliche è diventato uno spettacolo cult del genere grazie alla sua comicità irresistibile e al suo originale format. Data la particolare peculiarità dell'amante del giallo, il cui gusto naturale rimane sempre quello di affrontare misteri, mi sono decisamente rivolto alla creazione di un meccanismo teatrale che investe lo spettatore stesso del ruolo dell'investigatore. Ho poi riversato estrema attenzione alla drammaturgia, costruendo non un semplice “pretesto” al gioco, ma un giallo classico, secondo la migliore tradizione inglese, ispirato al più venduto e celebre gioco di società del mondo.
Ne è uscito uno spettacolo che si muove irriverente e gioioso attraverso la commedia, il cabaret e il gioco in perfetto equilibrio, pieno di mistero, suspense e umorismo, godibile anche da uno spettatore che voglia solo assistere.
Alcuni personaggi, celati dietro pseudonimi, gli stessi del gioco di società, attirati da un invito anonimo e chiusi in una villa isolata, sono alle prese con un misterioso ospite e una serie di omicidi. Un enigma intricato in cui lo spettatore si troverà immerso e che avrà l'arduo compito di risolvere, interpretando l'evolversi della vicenda e gli indizi disseminati, tra brividi, sussulti e risate.

 

 TEATRO DE SERVI

LA FAMIGLIA NEL PALLONE
inizio spettacolo ore 20,00 – Prezzi da 54,00 € 

Lo spettacolo:

Un padre ex comico proprietario di un club privée, una madre cassiera dell’Ikea e due figli: una blogger sempre online e un calciatore di serie A. Una famiglia strampalata che appare felice nelle trasmissioni tv, ma è così anche nella realtà? Presto emergeranno divertenti frizioni e fratture, in particolare tra marito e moglie. La coppia sarà costretta a prendere una decisione che, a differenza di come ci si aspetterebbe, renderà infine tutti felici.

 

 TEATRO ELISEO

MISERIA E NOBILTA'
inizio spettacolo ore 20,00 – Prezzi da 30,00 € 

Lo spettacolo:

Miseria e nobiltà.
Miseria o nobiltà?
Una cosa è certa, l’una non esisterebbe senza l’altra, così come il palazzo signorile, affrescato e assolato, non starebbe in piedi senza le sue fondamenta buie, umide e scrostate. Un perfetto ecosistema: senza un solo elemento, crolla l’intera ‘architettura’. In uno scantinato/discarica, mai finito e mai decorato, dove si nascondono istinti e rifiuti, tra le ceneri della miseria proliferano e lottano per la sopravvivenza ‘ratti’ che presto, travestiti da ‘cani o gatti’, sgomiteranno per salire alla luce del sole. Sono personaggi che trascinano i propri corpi come fantasmi affamati di cibo e di vita. ‘Ombre si dice siano, queste maschere, ombre potenti’ in bilico tra la miseria del presente e la nobiltà della tradizione, intesa come monito di qualità e giusto equilibrio. In un pianeta dove i ricchi sono sempre più ricchi, grazie ai poveri che sono sempre più poveri, non ci resta che… ridere. E qui Lello Arena giunge perfetto erede di quella maschera tra le maschere che appartenne a Eduardo e ai suoi epigoni. Ancora oggi, tra commedia dell’arte e tragicomica attualità, i personaggi di Scarpetta, privi di approfondimento psicologico, vivono e scatenano il buonumore e le mille possibili riflessioni che l’affresco satirico di un’intera umanità può suggerire.
Un’opera comica, dunque, per anime compatibili con la risata, in attesa del miracolo. ‘E cos’è il teatro se non il luogo dove il miracolo può manifestarsi?’ Tutto vive di nuovo e chissà che il sogno presto diventi realtà. Intanto, signore e signori, godiamoci le gesta goffe ed esilaranti di chi inciampa tra ‘miseria e… miseria’.

 

 TEATRO SALONE MARGHERITA

FEMMINA!
inizio spettacolo ore 20,30 – Prezzi da 126,00 € 

Lo spettacolo:

Femmina!”, è il titolo del nuovo spettacolo di Pier Francesco Pingitore, che apre la nuova stagione del Salone Margherita. E’ un’opera completamente ispirata alle donne, a quelle di ieri e a quelle di oggi! Un gran viaggio attraverso le canzoni, i balli d’oggi e i tanghi della nonna, le storie, le storielle, le passioni, all’ombra vaporosa della donna.

Che cosa succederebbe se per incanto le donne più amate, più ammirate, più odiate della storia si trovassero tutte insieme su un palcoscenico? Dive, regine, attrici, cantanti, cortigiane d’ogni epoca, ciascuna con la propria storia, la propria bellezza, il proprio talento, in un reality musicale impossibile: “Femmina!”

Che si conclude con la possibile conquista del potere delle donne in italia. Ipotesi di fantasia. Ma neanche tanto…

Del cast fanno parte Martufello e Mario zamma, qui anche in molteplici versioni femminili, Manuela Villa e Manuela Zero, Morgana e le nuove ben arrivate Raffaella di Caprio e Vittoria Schisano, e il poliforme Enzo Piscopo.

Ad essi si aggiunge la voce di Vincenzo Caldarola, un corpo di ballo prevalentemente femminile e una “band”, diretta dal maestro Edoardo Simeone, che esegue musiche rigorosamente dal vivo.

 

TEATRO SISTINA

  

RUGANTINO

inizio spettacolo ore 20,30 – Prezzi da 92,00 € 

Cast:
 Enrico Montesano
con Serena Autieri, Antonello Fassari e Edy Angelillo

Lo spettacolo:

Per tutte le Feste di Natale il palco del Sistina accoglierà uno dei titoli storici dei padri fondatori del Sistina Garinei & Giovannini: RUGANTINO con le indimenticabili musiche del M° Armando Trovajoli. Finalmente il Sistina si riprende la propria tradizione riportando sul palco l’allestimento storico originale con le scene e i costumi di Giulio Coltellacci che hanno fatto gioire tre generazioni di romani e non solo. La versione che tornerà in scena per le Feste di Natale dei romani è l’unica straordinaria occasione di rivivere un grande classico nella sua confezione integra. Ma la grande sorpresa non finisce qui poiché ad interpretare la storica maschera romana sarà il Rugantino originale, il mattatore Enrico Montesano che, a quarant’anni esatti dal celebre debutto del 1978, torna a vestire questi panni con tutta la sua verve e la sua esperienza, sostenuto dal grande affetto del pubblico.

 

TEATRO OLIMPICO

GAGMAN - LILLO E GREG
inizio spettacolo ore 20,45 – Prezzi da 85,00 € 

                                                    

Lo spettacolo:

Una miscela esplosiva ed esilarante che finalmente porta radio e tv in teatro,
per una sintesi perfetta, arguta, sottile, colta e scoppiettante come solo Lillo&Greg sanno fare.

Un nuovo sfavillante “varietà” firmato Lillo&Greg che propone cavalli di battaglia della famosa coppia comica, tratti non soltanto dal loro repertorio teatrale ma anche da quello televisivo e radiofonico come “Che, l’hai visto?” (rubrica cult del famigerato programma radiofonico 610 condotto dai due) o ancora “Normal Man”… Lillo&Greg nei panni di due super eroi molto particolari!

 

TEATRO BRANCACCIO

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
inizio spettacolo ore 20,45 – Prezzi da 80,00 € 

commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Jaja Fiastri
liberamente ispirata a "After me the deluge" di David Forrest
Musiche di Armando Trovajoli

Gianluca Guidi - Don Silvestro
Emy Bergamo - Consolazione
Marco Simeoli - Sindaco Crispino
Piero Di Blasio - Toto
Francesca Nunzi - Ortensia
Camilla Nigro - Clementina

Lo spettacolo:

La storia, liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest, narra le avventure di Don Silvestro, parroco di un paesino di montagna, che riceve un giorno un’inaspettata telefonata: Dio in persona lo incarica di costruire una nuova arca per salvare se stesso e tutto il suo paese dall’imminente secondo diluvio universale. Il giovane parroco, aiutato dai compaesani, riesce nella sua impresa, nonostante l’avido sindaco Crispino che tenterà di ostacolarlo in ogni modo e l’arrivo di Consolazione, donna di facili costumi, che metterà a dura prova gli uomini del paese, ma che si innamorerà di Toto e accetterà di sposarlo.
Giunto il momento di salire sull’arca, un cardinale inviato da Roma convince la gente del paese a non seguire Don Silvestro, accusandolo di pazzia, cosicché sull'arca, sotto il diluvio, si ritrovano solo lui e Clementina, la giovane figlia del sindaco da sempre perdutamente innamorata di lui. Il giovane curato decide però di non abbandonare il suo paese e i suoi amici e Dio, vedendo fallire il suo progetto, fa smettere il diluvio . Per Brindare al lieto fine Don Silvestro aggiunge un posto a tavola per… Lui!

 

TEATRO ARGENTINA

 
QUESTI FANTASMI
inizio spettacolo ore 21,00 – Prezzi da 27,50 € 

Lo spettacolo:

Questi fantasmi!, il capolavoro eduardiano, fatto di illusioni e allusioni, sconfitte e solitudini, enigma che non si risole, nell’allestimento firmato da Marco Tullio Giordana. La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, oggi diretta da Carolina Rosi, dà vita ad una sintesi artistica nel segno di Luca e della tradizione di una delle più antiche famiglie del panorama teatrale. Questi fantasmi! è una delle commedie più importanti di Eduardo, tra le prime ad essere rappresentata all’estero, celebre grazie allo straordinario meccanismo di un testo in perfetto equilibrio tra comico e tragico, e pervasa sempre da una forte attualità. «Eduardo è uno dei nostri grandi monumenti del ‘900 – riflette il regista Marco Tullio Giordana – conosciuto e rappresentato, insieme a Pirandello, nei teatri di tutto il mondo. Grandezza che non è sbiadita col tempo, non vale solo come testimone di un’epoca. Al contrario l’attualità di Questi fantasmi! è per me addirittura sconcertante. Emerge dal testo non solo la Napoli grandiosa e miserabile del dopoguerra, la vita grama, la presenza liberatrice/dominatrice degli Alleati, ma anche un sentimento che ritrovo intatto in questo tempo, un dolore che non ha mai abbandonato la città e insieme il suo controcanto gioioso, quello che Ungaretti chiamerebbe “l’allegria del naufragio». Uno spettacolo vivo, fedele al testo, virtuoso, che esprime il senso del passato, del presente e del futuro, contando su un cast di alto livello, tra cui Gianfelice Imparato che, nel ruolo di Pasquale Lojacono, lascia sospese le certezze e moltiplica i sospetti in un’alternanza incessante di contraddizioni e ambiguità.

 

PALAZZO DELLO SPORT  (PALALOTTOMATICA)

INNAMORATO PERSO
inizio spettacolo ore 21,00 – Prezzi da 69,00 € 

Dopo il grande successo di “Enricomincio da Me Unplugged”, lo spettacolo teatrale con cui Enrico Brignano ha festeggiato il doppio anniversario dei suoi 30 anni di carriera e 50 di vita, attraversando l’Italia in un tour partito nel 2017 e conclusosi alla fine dell’estate 2018, l’attore torna sul palco con un nuovo show inedito, “INNAMORATO PERSO”.

C’è qualcosa di più bello di essere innamorato? Di sentire quell’emozione crescere dentro di te, con le mani che sudano, le ginocchia che tremano e la salivazione azzerata?

E di chi è innamorato Enrico Brignano? Della sua bambina, prima di tutto, e di ciò che lo circonda: la sua esistenza, il suo lavoro, la sua donna, il mondo. Certo, neanche ad un uomo innamorato sfugge il momento difficile, le brutture del nostro tempo e la crisi che sta attraversando tutta la terra, ma si può cercare di trovarne il lato ironico e valutare il margine di miglioramento.

Perché in fondo, innamorarsi a 50 anni è bellissimo: è vivere una seconda giovinezza, è salire su un palcoscenico con un’energia rinnovata, con la voglia di divertire e divertirsi per oltre due ore insieme al suo pubblico, a un corpo di ballo scatenato, al ritmo di musiche originali, circondato da scene fatte di schermi su cui luci e immagini prendono forma. Più che uno spettacolo, un’esperienza. E l’amore è la cosa migliore da cui si possa essere circondati.

 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - SALA S. CECILIA

GIGI PROIETTI - CAVALLI DI BATTAGLIA

inizio spettacolo ore 21,30 – Prezzi da 97,00 € 

Lo spettacolo:

A grande richiesta il 31 dicembre, Capodanno con Gigi Proietti e i suoi “Cavalli di Battaglia, nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.
Gigi Proietti ritorna, con Cavalli di battaglia, un excursus del proprio repertorio: popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico , umano, multiculturale.
Una contaminazione di generi che caratterizzano i suoi spettacoli e che sono gli ingredienti del suo grande successo. Un’occasione unica, dunque, per rivedere in scena l’artista poliedrico.
Sarà accompagnato da un’orchestra di 25 elementi diretti dal M° Mario Vicari, da un corpo di ballo e da attori del Suo Laboratorio che da diversi anni partecipano ai suoi spettacoli . Ci saranno anche Susanna e Carlotta, le due figlie dell’artista, che sorprenderanno il pubblico con le loro qualità vocali e con la loro vis comica.

TEATRO SALA UMBERTO

LA MACCHINA DELLA FELICITA'

inizio spettacolo ore 21,30 – Prezzi da 65,00 € 

Cast: Flavio Insinna e la sua piccola Orchestra

Lo spettacolo:

Qual è il suono che più di tutti significa gioia fin da quando eravamo bambini? Il campanello della ricreazione, quel suono prolungato e felice che ci faceva tirare i quaderni in aria e ci catapultava nel divertimento. Ed è una vera e propria ricreazione “La macchina della felicità” di Flavio Insinna, uno spettacolo ricco di comicità, di racconti e di canzoni intrecciato alla trama dell’omonimo romanzo scritto dallo Flavio stesso e scandito dalla storia d’amore tra i due protagonisti Laura e Vittorio.

“Chi di voi è felice? Chi è felice alzi la mano!”. Da questa provocazione Flavio Insinna, un Pierino cresciutello ma sempre birbone, parte alla ricerca della felicità, cercandola nelle piccole cose (che poi tanto piccole non sono) e nelle cose grandi (che poi tanto grandi non sono), in allegria, tutti insieme appassionatamente, mano per mano con il pubblico, come in un grande pranzo di Natale passato a ridere in compagnia di chi ti vuole bene. “La macchina della felicità” è una vacanza di quelle che ritemprano l’anima e non a caso coincide con le vacanze di Natale (ma poi sarà vero che a Natale siamo tutti più buoni?). E’ un modo per festeggiare la vita, l’amicizia, la famiglia e le tradizioni, ridendoci su, prendendoci un po’ in giro, ma sempre con lo sguardo innamorato.
E quando la campanella suonerà la fine della ricreazione, beh… noi saremo già lontani!

 

TEATRO AMBRA JOVINELLI

HO PERSO IL FILO
con Angela Finocchiaro
inizio spettacolo ore 21,45 – Prezzi da 49,50 € 

Lo spettacolo:

Una commedia, una danza, un gioco, una festa, questo è HO PERSO IL FILO.
In scena un’Angela Finocchiaro inedita, che si mette alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro.
Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli: oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro. Affida agli spettatori un gomitolo enorme da cui dipende la sua vita e parte.
Una volta entrata nel Labirinto, però, niente va come previsto. Viene assalita da strane Creature, un misto tra acrobati, danzatori e spiriti dispettosi, che la circondano, la disarmano, la frullano come fosse un frappè, e soprattutto tagliano il filo che le assicurava la via del ritorno.
Disorientata, isolata, impaurita, Angela scopre di essere finita in un luogo magico ed eccentrico, un Labirinto, che si esprime con scritte e disegni: ora che ha perso il filo, il Labirinto le lancia un gioco, allegro e crudele per farglielo ritrovare.
Passo dopo passo, una tappa dopo l’altra, superando trabocchetti e prove di coraggio, con il pericolo incombente di un Minotauro affamato di carne umana, Angela viene costretta a svelare ansie, paure, ipocrisie che sono sue come del mondo di oggi e a riscoprire il senso di parole come coraggio e altruismo. Alla sua maniera naturalmente, come quando - di fronte ai ragazzi ateniesi che la implorano di salvarli dal Mostro che li sta già sgranocchiando - promette firme e impegno sui social; o come quando è sottoposta a una sfida paradossale dal vero Teseo, sceso di corsa dalle vette del mito, indignato perché la sua interprete difetta delle necessarie qualità eroiche; o quando deve fare del bene a una mendicante rom e decide di darle non una semplice elemosina ma di regalarle un’intera spesa: se la porta dietro al supermercato ma, siccome la mendicante la irrita ignorando i prodotti bio per fiondarsi invece su merendine industriali e insaccati carichi di conservanti, finisce per farla arrestare.
Lo spettacolo vive del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva, arcaica delle Creature del Labirinto che agiscono, danzano, lottano con Angela provocandola come una gang di ragazzi di strada imprevedibili, spietati e seducenti.
Il Labirinto è un simbolo antico di nascita - morte - rinascita. Anche Angela, dopo aver toccato il fondo, riuscirà a ritrovare il filo e con esso la forza per affrontare il Minotauro in un finale inatteso che si trasforma in una festa collettiva coinvolgente e liberatoria. Si ride, ci si emoziona, si gode di uno spettacolo che si avvale di più linguaggi espessivi grazie agli straordinaria danzatori guidati dall'inventiva di Heré Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale e naturalmente alla capacità comica di Angela Finocchiaro di raccontare un personaggio che è molto personale e allo stesso tempo vicino al cuore di molti.

 

TEATRO QUIRINO

SORELLE MATERASSI
inizio spettacolo ore 21,45 – Prezzi da 55,00 € (con buffet)

Lo spettacolo:

Il capolavoro di Aldo Palazzeschi che, in questa versione teatrale, si presenta al pubblico come una delle più belle “novità italiane” degli ultimi anni.

La vicenda è quella di tre sorelle, Teresa e Carolina, abili ricamatrici di biancheria per l’aristocrazia fiorentina e Giselda, ripudiata dal marito. Ad invecchiare con loro, la fedele domestica Niobe, dal popolaresco ottimismo.

Tutto sembra scorrere in un’esistenza monotona e priva di sussulti fin quando Remo, il giovane figlio di una quarta sorella defunta, irrompe nella loro vita. Bello e pieno di vita, il nipote capisce subito di essere l’oggetto di una predilezione venata di inconsapevole sensualità e approfitta della situazione ottenendo immediata soddisfazione a tutti i suoi desideri. Il sereno benessere della vita familiare comincia ad incrinarsi: le pretese incessanti di Remo costringono le zie a spendere più di quanto guadagnino e a vendere la casa e i terreni ereditati dal padre.

Un finale che non sfocia nel dramma apparentemente inevitabile. L’autore, giocoso e nichilista allo stesso tempo, conclude la vicenda con un gioco delizioso e sottilmente crudele, dove Teresa e Carolina accettano di lavorare per la piccola borghesia di Coverciano, mentre rovistano tra le foto dell’atletico nipote in costume semiadamitico.

 

 AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE

MAURIZIO BATTISTA IN SCEGLI UNA CARTA

inizio spettacolo ore 22,00 – Prezzi da 74,75 € 

Lo spettacolo:

Maurizio Battista in scena con lo spettacolo “Scegli una carta”. Il titolo fa un po’ il verso alle scelte della vita dove si giocano tante carte, alcune giuste altre meno. Scegliere una carta vuol dire prendere delle decisioni e non è mai una scelta facile per nessuno.Sul palco da una scatola di Chemin de Fer, Maurizio Battista tirerà fuori di volta in volta una carta e in ognuna di esse ci sarà un argomento che darà il via ad un suo monologo. Anche tutta la scenografia e la grafica dello spettacolo avrà come tema le carte francesi. Un consiglio per gli spettatori: “giocatevi questa carta” e buon divertimento
Durante la serata è previsto assaggio di cotechino e lenticchie, panettone e brindisi.

 

 TEATRO ALBA RADIANS - ALBANO LAZIALE

 

SEMPLICE LUCIO - TRIBUTO A LUCIO BATTISTI

inizio spettacolo ore 22,00 – Prezzi da 30,00 € 

Comprensivo di brindisi della mezzanotte

con Giandomenico Anellino, Roberto Pambianchi

Lo spettacolo:

Semplice Lucio e’ il concerto ideato da Giandomenico Anellino e dedicato a Lucio Battisti: il cantautore italiano più amato di tutti i tempi. La sua produzione ha rappresentato una svolta decisiva nel pop e nel rock italiani: da un punto di vista musicale,ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica; grazie ai testi scritti da Mogol, Battisti ha rilanciato temi ritenuti esauriti o difficilmente rinnovabili, quali il coinvolgimento sentimentale e i piccoli avvenimenti della vita quotidiana; ha saputo esplorare anche argomenti del tutto nuovi e inusuali. Un viaggio nell’universo musicale di Lucio Battisti per ricordarlo a 20 anni dalla sua scomparsa con la partecipazione di Roberto Pambianchi, la voce più amata dai fan di Battisti
Vieni al Teatro Alba Radians a festeggiare il Capodanno 2018!

 

TEATRO GOLDEN 

CAPODANNO TEATRO GOLDEN 2019
inizio spettacolo ore 22,00 – Prezzi da 100,00 € 

Lo spettacolo:

I grandi festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno, inizieranno al Tearo Golden, lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 22.00. Una serata di allegria tra spettacolo, brindisi, dolci e balli fino a tarda notte!!
Quest’anno sarà il duo comico De Santis&Milani ad accompagnare il pubblico alla mezzanotte, dal successo di Colorado Danilo De Santis e Francesca Milani saranno infatti i protagonisti dello spettacolo “La guerra dei sessi”, un esilarante spaccato della costante diversità tra uomini e donne.
Il mondo, si sa, si divide in due, uomini e donne sempre agli opposti, sempre in guerra tra loro, sempre alla ricerca della propria affermazione. E così sono tanti i quadri, i siparietti che Danilo e Francesca porteranno sul palco del Golden per raccontare, divertendo, le tante situazioni ridicole in cui i due sessi si ritrovano. I due protagonisti saranno così alle prese con il ruolo di madre e di padre, oppure in palestra dove le donne cercano di conquistare la tanto agognata forma fisica, mentre gli uomini invece tentano di accalappiare le ragazze. Lo spettacolo ci racconterà poi di un appuntamento al buio dove all’uomo bastano anche solo poche immagini per innamorarsi di una donna che non sarà come immaginava, e delle innumerevoli tentazioni generate dai social network che inducono uomo e donna al tradimento con differenti modalità e conseguenze. Queste e altre le tematiche trattate dalla donna Milani e dall’uomo De Santis, in uno scontro che metterà a nudo l’annosa guerra fra i sessi, che, pur battagliando, non smettono di cercarsi per cercare un completamento forse proprio grazie alle rispettive diversità.
Dopo lo spettacolo continueranno i festeggiamenti, fino alle 2.00 di notte, con musica, balli, il brindisi di mezzanotte, non mancheranno, chiaramente, cotechino e lenticchie e tanti favolosi dolci natalizi.

 

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – Sala Sinopoli

SOUTH CAROLINA GOSPEL CHOIR
inizio spettacolo ore 22,00 – Prezzi da 50,00 €

Lo spettacolo:

Prestigiosa corale gospel proveniente dalla Carolina del sud fondata e diretta da Michael Brown. Il gruppo prende vita sul finire degli anni ’90 con il primario intento di dare spazio ai molti giovani appassionati di gospel che cercano un’occasione per esprimere il proprio talento ed anche una possibile carriera nel mondo della musica. In pochi anni il coro raggiunge le 45 unità e diventa una delle formazioni giovanili più interessanti ed acclamate di gospel contemporaneo di uno Stato in cui questo genere è assai prolifico. Sotto la sapiente guida di Michael Brown inizia un’intensa attività di studio e di approfondimento della cultura gospel e degli spirituals, dalle origini ai giorni nostri. Questo lavoro porta la South Carolina Gospel Choir a interpretare non solo le forme moderne del gospel ma anche quelle più tradizionali conosciute e cantate dai lori avi. Nella loro musica si possono trovare canti tradizionali rivisitati con gusto e creatività in linea con le nuove tendenze contemporanee, raggiungendo così un equilibrio musicale di grande spessore artistico. Il loro sound sa essere esplosivo ma anche carico di sfumature e suggestioni celestiali tipiche della più genuina tradizione gospel afro-americana.

Lirica, prosa, danza, concerti e grandi interpreti all’interno del meraviglioso sito archeologico
Dal 27 luglio al 15 agosto, prodotta da Europa Musica, si svolge ad Albano Laziale la Settima edizione dell’Anfiteatro Festival
Nel cartellone Gino Paoli e Danilo Rea, Nomadi, Ascanio Celestini, Orchestraccia, Giobbe Covatta, due produzioni operistiche, balletto, musical e teatro.

Debutta nella Capitale il Roma Summer Fest, la nuova manifestazione estiva dell’Auditorium Parco della Musica che tra giugno e luglio che porterà nella Capitale numerosi artisti di calibro nazionale ed internazionale: Patti Smith, Hollywood Vampires, Alanis Morissette, Sting, Simple Minds sono alcuni dei nomi annunciati, oltre ai nostri Luca Barbarossa e Stefano Bollani.